Non hai un account? Registrati
Simulatori
24h GTWEB - Il VDA domina in terra francese
Scritto il 18/10/2011 da ayrton4_94 alle 01:44



Nella 24 ore organizzato dal portale francese GTWEB, il VDA si aggiudica l'evento nella categoria GT3. Ma non è finita perché l'Italia ben figura con il secondo posto dei PND ed il quarto del team ROTW. Sfortunato invece il team IRT che aveva vinto la manifestazione in passato.

Ma andiamo a descrivere l'evento in maniera particolareggiata:

L'evento includeva la presenza di circa 80 squadre e piloti da 19 nazioni diverse.

Erano presenti diverse squadre italiane. Oltre i nostri portacolori, in griglia di partenza si presentava il team ROTW, il team IRT(specialista delle 24 ore e già vincitori lo scorso anno) e il team PND(imbottito dei fenomeni del team On3). Tutte le squadre concorrevano nella categoria GT3.

Le squadre si presentano tutte molto agguerrite e danno spettacolo già nelle qualifiche dove il VDA conquista la pole position con Pintus. Secondo Nania(team On3 ma in prestito al team PND) e terzo Luca Costantini(IRT). I primi due alla guida della Maserati Granturismo e il terzo al volante dell'Alfa 8C. Solamento ottavo Biagi(ROTW)

In gara i team che sembrano più in palla sono quelli che hanno monopolizzato le qualifiche. Soprattutto IRT e PND che nelle prime fasi impongono un ritmo insostenibile per le altre squadre. Solo i VDA tengono botta, mentre le squadre francesi accusano da subito ritardi pesanti.

Nel secondo turno è invece il VDA che emerge con il proprio miglior pilota Daniele Scarpa. Con un turno insostenibile guadagna la prima posizione. I PND retrocedono in seconda posizione. Per gli IRT la prima disconnessione. Chi stupisce è il team ROTW che con Invernizzi passa da ottavo a terzo. In questo momento il podio parla esclusivamente italiano.

Il terzo turno parla ancora italiano. Chesini(altro fuoriclasse del team On3 in prestito ai PND) e il nostro Martina fanno l'andatura. Cutillo rafforza il terzo posto del team ROTW, mentre per gli IRT è ancora disconnessione.

Il quarto turno è quello che delinea un pò la classifica. Ormai PND e VDA iniziano ad accumulare un vantaggio importante. Vivenzio fà un grande stint anche se viziato da un enorme rischio. Ma la dea bendata è dalla sua parte. Il nostro Torcisi stringe e i denti e contiene le perdite. Vittorio di Marzo rafforza il terzo posto del team ROTW.

Il quinto turno vede il dominio del nostro "sardo volante" Pintus. I PND schierano la vera anima del team, ovvero Fabio Guglielmon. Purtroppo la sfortuna ridimensiona le prestazioni del suo turno e questo dà il via libera al VDA che accumula quasi due giri di vantaggio. Biagi ricorda a tutti la sua praticità e regala al team ROTW preziosi giri mettendo ulteriormente al sicuro il gradino più basso del podio.

Ormai la lotta per la vittoria sembra essere una discussione a due, tra i nostri e i PND. In questa sessione Infanti(PND) guadagna terreno sul nostro Baldoni anche se manteniamo la prima posizione con ancora un minuto di vantaggio. Il ROTW mantiene la terza posizione ma la squadra francese Fanjo Racing incalza grazie ad un turno strepitoso del pilota di punta Marc Alquier.

Il settimo turno è decisamente il più difficile. Meteo variabile che include violenti scrosci di pioggia, uniti da momenti d'asciutto. Il muretto VDA non è perfetto, ma il nostro Piccinini riesce a non fare errori nonostante alcuni giri sul bagnato con le gomme slick. Non perfetta la gestione della situazione al muretto PND. Porreca si ritrova in difficoltà nel momento di pioggia più forte. Si insabbia alla fagnes e da li a poco sarà costretto ad abbandonare il proprio turno. Pesante debacle per il team PND che subisce anche il sorpasso dal team ROTW che schierando Cutillo non sbaglia niente.

L'ultimo turno vede la lotta per il secondo gradino del podio tra PND e ROTW. Paolo Muià(PND anche se solo per l'occasione) compie uno stint miracoloso, riportando i PND in seconda posizione. Di Marzo(ROTW) sente la pressione esercitata da Muià e compie un errore che alla fine costerà purtroppo il podio.

Vince il VDA con 2 giri di vantaggio sui PND e 3 sul team francese Fanjo Racing. Medaglia di legno al ROTW mentre per gli IRT(colpiti da ben 5 disconnessioni) rimane solo la consolazione del giro più veloce in gara con uno strepitoso 2.21.0

Complimenti a tutti i team italiani che dimostrano il loro valore in un evento che potremmo facilmente definire mondiale visti i numeri e la mole di piloti coinvolti.

Per una volta il nostro skinner Fabrizio Suraci è stato profetico. La scritta "Follow the Leader" nel retrotreno della nostra auto descrive al meglio la situazione. VDA campione!

Categoria: [VDA]  [GTR2]  [ENDURANCE]  [GTWEB] 


Campionati
Partners
Rss feed Rss Events