Non hai un account? Registrati
Simulatori
ROTW - Porsche Trophy - Monza
Scritto il 26/01/2014 da ayrton4_94 alle 15:12



L’appuntamento di Monza ha rispettato tutte le aspettative con grandissime bagarre e colpi di scena.

Si parte con una qualifica tiratissima dove ha la meglio Assanelli che piazza un 1.50.970, unico a scendere sotto il 51, seguito da un Tortella Lorenzo velocissimo e distante solo 76 millesimi dalla pole con il tempo di 1.51.047 e terza posizione in griglia per l’ottimo Lapadula G. con 1.51.298.
Chiudono la top ten uno sfortunato Di Cori seguito da Tortella T., Sorgato, Spadi, Bufalino, Prandin e Marotta.
Il nostro alfiere Alessandro Tancioni, ha molte più difficoltà della scorsa gara, e parte 15°. La costanza ed esperienza di Riccardo Gengotti nulla hanno potuto. Anche lui parte soltanto 17°

Al via dietro la Safety Car riesce a partire bene Assanelli e tiene a distanza di sicurezza i diretti rivali che invece, alla prima variante, arrivano appiati con uno strepitoso Di Cori che riesce a passare in seconda posizione, Tortella Lorenzo che tra un lag e l’altro rispunta terzo, incollato a lui il fratello Tommaso e subito ancora Lapadula che ha perso ben 2 posizioni, mentre a centro gruppo si fa notare Spadi che supera Sorgato.

La prannunciata battaglia in famiglia che ci si aspettava ad Imola (poi mai arrivata) si fa subito viva qui a Monza, con Tommaso che all’uscita della prima variante si incolla letteralmente al posteriore del fratello, che cerca di tenere duro per tutta la curva Biassono, prima dell’arrivo alla seconda Variante si tiene interno per difendersi al meglio ma niente da fare, Tommaso all’esterno riesce ad infilarsi ma non è finita, Lorenzo non ci sta e cerca di rifarsi sotto immediatamente, di fatti, dopo aver ripreso fiato alle due di lesmo e alla Ascari, all’uscita della parabolica è incollato al posteriore del fratello che riesce a superare con una grande staccata alla prima variante! Tommaso si rifà subito sotto e ripassa di nuovo alla seconda variante e da questo momento in poi, complice anche una leggera indecisione, Lorenzo perde contatto col fratello.

Nel frattempo i primi 2 girano indisturbati mentre nella top ten è ancora Spadi a farsi notare per un sorpasso ai danni di Lapadula e un fatale errore di Prandin alla staccata della prima variante che lo relega in fondo al gruppo.

Si arriva al decimo giro con Tortella T., che dopo due errori banali e quindi con la gara ormai compromessa, decide di abbandonare, mentre invece il fratello scatenato, tallona da vicino Di Cori costringendolo all’errore all’ingresso della seconda Variante! Lorenzo è secondo e punta dritto il leader gara!
Di cori rientrerà terzo dopo che è stato superato da Spadi, ma anch’esso andato subito in spin.

Si arriva a metà gara ed iniziano i walzer dei pit stop, ma senza Assanelli, che ha comandato agevolmente la gara fino ad avere problemi tecnici. Al termine dei vari pit abbiamo Di Cori primo, Sorgato secondo e Tortella L. terzo, che però attacca il suo diretto rivale e lo sopravanza…un eccesso di foga nel cercare di andare a riprendere Di Cori gli fa commettere un errore che lo retrocede di nuovo a favore di Sorgato.
Si va avanti fino alla fine con una nuova vittoria di Alessandro Di Cori, un ottimo secondo posto per Matteo Sorgato e uno sfortunato Tortella Lorenzo (vittima anche di un incidente sub judice). Chiudono la top ten un grandissimo Spataro 4° (partito 13°), un buon Spadi 5° e a seguire Bufalino, Coccovillo, Basilico G., Marotta ed Aurelio.

Gara molto sfortunata per Tancioni che si ritrova la macchina danneggiata dopo un contatto. La situazione si complica col passare dei giri, e per evitare ulteriori problemi decide di parcheggiare dentro il box la sua Porsche 997.

Gengotti sceglie la pazienza e non prende rischi. Questo lo porta a guadagnare qualche posizione chiudendo al 14° posto. Queste le sue parole
'per me era un ritorno alle gare e non volevo mettermi subito in bagare per non rischiare di rovinare la gara a chi fa il campionato, sono molto soddisfatto perchè sono arrivato in fondo, ho cercato di evitare i contatti se qualcuno pressava lo lasciavo passare cercando di stargli vicino in modo che se andava in crisi di gomme lo ripassavo, il problema per tutti infatti era il surriscaldamento pneumatici, tenendoli sempre sotto controllo sono arrivato alla fine 14° , senza gloria ma ho finito un'ora di gara e sono contento mi sono divertito, ora la mia concentrazione va alle F1. il mio obbiettivo è finire le gare'

Una gara talmente piena di emozioni e battaglie che ci vorrebbero 100 pagine di articoli per descriverle tutte, ma che abbiamo provato a sintetizzarle al meglio possibile almeno nella top ten per rendere omaggio a questi piloti che tanto ci stanno facendo divertire!

E ora tutti pronti con il coltello tra i denti a preparare l’ultima grande battaglia del Mugello, il ROTW Porsche Trophy 2014 ha ancora da raccontare un’ultima serata emozionante!

Categoria: [VDA]  [GTR2]  [RFACTOR]  [ROTW] 


Campionati
Partners
Rss feed Rss Events