Non hai un account? Registrati
Re: Prime impressioni
di Dottorfoggy
Re: Bmw M1 @ Sonoma
di Ayrton4_94
Simulatori
Oschersleben, 22-23-24 Aprile 2009 9a Gara GTRITALIA
Scritto il 22/04/2009 da SuperNeo84 alle 11:10


A distanza di un mese dall’ultimo appuntamento GTR Italia, fra le colline toscane del Mugello, il circus riparte da Oschersleben, terzo circuito permanente in terra teutonica, dopo quelli del Nurburg e Hockeneim. La gara di Dubai, che a sua volta sostituiva Suzuka, è stata rinviata a causa del triste evento noto a tutti, il terremoto in Abruzzo, per il quale si è osservato, nelle rispettive categorie, 1 minuto di onorato silenzio.
I vostri cronisti Simone aka SuperNeo” e Andrea aka O55oDuR0, hanno avuto il piacere di seguire la Super Sprint, sebbene il secondo sia stato colpito da problemi al PC. Eccovi il resoconto appassionato del nostro Simone:

---------------------------------------------------
Supersprint GT3 - 21/04/2009
---------------------------------------------------
Iniziano le Qualy e nessun problema le commenta Andrea come sempre in modo ineccepibile, finiscono le quali e cominciano i problemi per andrea (La sua voce andava a scatti), tenta di tutto e nel frattempo mi ritrovo da solo in cabina di commento rimane con me il buon Sebastiano Caggiano in cabina di regia che mi fa sentire un pò meno solo.

Le Qualifiche si conludono così:
1 G. Pintus 1.25.632
2 G. Urso 1.26.385
3 S. Morichi 1.26.615

Con il nostro Sardo volante che stampa un signor tempo, che gli vale la Pole Position.

Passiamo in warm up e in memoria delle vitteme colpite dal Terremoto di qualche settimana fa, ci raccogliamo in un minuto di silenzio.

Inizia il warm up....

Incomincio a preoccuparmi visto che non avevo mai fatto il commentatore principale ma sempre quello di supporto, Andrea tenta più volte di risolvere i problemi ma senza nessun esito purtroppo.

Mancano pochissimi secondi all'inizio della gara e andrea è costretto a rimanere defiliato, I piloti si schierano ... il semaforo si accende e.... Viaaaaa tutti scattano bene si avvicinano alla "hotel" curva abbastanza insidiosa alla partenza, ma il livello raggiunto da tutti i piloti fa sì che tutto il gruppo passi indenne la prima curva.

Dalla visuale TV è stato un spettacolo vedere il trenino di 20 auto procedere in fila indiana, durante i primi giri un'emozione ragazzi , sicuramente meglio delle ultime gare di F1 che siamo abbituati a vedere in TV.

La gara si svolge con un ritmo frenetico fino a metà gara, i duelli sono tanti e seguirli tutti è impossibile, quindì decidiamo si seguire i principali, per tutta la gara vediamo un Simone Morichi indiavolato e un Giuseppe urso che tenta il forcing su Gavino Pintus che teneva la 1° Posizione con maestria e astuzia.

Dopo i 35minuti di Gara troviamo in 1° Posizione Gavino Pintus in 2° Giuseppe Urso e in 3° Christian Urso (Da segnalare in 17° Matteo Santini gara travagliata per il nostro pilota).

Finita Gara1 aspettiamo circa 15min, giusto il tempo per la DG di preparare la Griglia, che ricordo vede l'inversione dei primi 8 di gara1.

Andrea tenta un'ultimo disperato tentativo, e dopo vari salti mortali sembra avercela fatta, peccatto fosse solo un'illusione dopo un paio di minuti che commentava si ripresenta il problema, e quindì passa la palle nuovamente nelle mie mani.

I Piloti cominciano a schierarsi pochi secondi e Viaaaaaaaaaaa si parte, vediamo un Otto Legnaro partito dalla 3° piazza passare fin da subito in 2° e portarsi all'attacco di Maurizio Rinaldi che occupava la 1° (8° in Gara 1).

Anche questa volta partenza perfetta per tutto il gruppo che passa indenne la curva "Hotel", anche questa volta assistiamo al già citato trenino di auto per i primi giri.
A differnza di Gara1 , in questa manche abbiamo distacchi leggermente maggiori e quindì meno duelli già dall'inizio, abbiamo un unico gruppone di 6/7 macchine che parte dalla 4° posizione, duello molto intenso in cui troviamo i soliti nomi noti della GT3 (Otto Legnaro , Christian Urso , Gavino Pintus , Simone Morichi , Gianni Andreoni ... ).

Mentre in 2° posizione troviamo Giuseppe Urso , Leader del Campionato che tenta di andare a prendere Maurizio Rinaldi , il distacco tra i due si riduce fino a 5 decimi ma Maurizio resiste fino all'ultimo e conquista la 1° posizione, ottimo piazzamento per Giuseppe Urso che conferma la 2° posizione in gara e la sua Leadership nel campionato , a concludere il podio troviamo Gavino Pintus.

Considerazioni finali:
Gara 1 entusiasmante nelle fasi inizali molti duelli peccato che la pista limitasse molto nei sorpassi.

Gara2: Partenza ottima di tutti , fin dalle prime battute si forma un bel trenino di 6 macchine che prosegue quasi fino a fine gara, Nessun sorpasso ma alto spettacolo.

Concludo dicendo , grazie a tutti i piloti per lo spettacolo regalatoci , e un grazie di cuore anche allo STAFF GTR Italia per averci dato l'opportunità di commentare questa gara.

--------------------------------------------------
Endurance GT2 - 22/04/2009
--------------------------------------------------

Gara purtroppo amara per i ragazzi della GT2 sulle Porche RSR, nonostante le premesse fossero migliori.
Il nostro pilota-avvocato di fiducia Alex “Rainman” Manganiello, lascia spazio al buon Nicola “Gordoncod2” Muzii deciso a riscattare la gara d’esordio al Mugello che lo ha visto uscire di scena dopo pochi giri.
In qualifica “Il Freddo” dimostra ancora una volta di che ghiaccio è fatto, stampando un’ottimo 4° tempo, chiudendo in 1:26:094. Ennesima dimostrazione del suo alto livello stabilmente raggiunto al secondo anno di partecipazione al champ GTR Italia. Il buon Nicola chiude in 12° piazza in 1.27.036, nonostante avesse un potenziale di 1 secondo più basso, ma problemi hardware gli impediscono di rendere al 100%. La prima fila è tutta targata Red Devil, con la pole di A.Biagiotti in 1:25:886 e Mirko Papagno secondo in 1:25:921. In terza posizione il leader del campionato, il pilota più costante e consistente della GT2, P.Scaccia del Sajan Racing Team, chiude in 1:25:956.
La gara vive inizialmente di parecchi contatti fra i piloti di testa, fra i quali Basile e Biagiotti, che coinvolgono “Il Freddo”; il nostro inizialmente riesce a scamparla ma poi viene tamponato in pieno da un auto che sopraggiunge evidentemente sbagliando la staccata. Matteo scivola in 12° posizione con la sua Porsche in stato confusionale. Altro episodio negativo dopo ¾ di gara mentre il nostro si trova a duellare con Zampa; contatto fra i due, Matteo alza il piede per aspettare Zampa che finisce in testacoda ma nel frattempo sopraggiunge Auricchio che centra in pieno “Il Freddo” che tocca violentemente il muro e si trova costretto al ritiro, terminando la gara in 16° posizione. Purtroppo una gara sfortunata per il nostro bravissimo pilota romano, dopo l’ottimo 2° posto colto al Mugello. Forza Matteo, ti rifarai!!!
Il nostro Nicola invece subisce una squalifica da parte della DG dopo attenta visione delle traiettorie alla variante Bilstein, sebbene non ci fosse stato, nel brefieng di gara nessuna indicazione a riguardo. Tecnicamente il nostro viene squalificato perché invece di scontare la penalizzazione con un DT effettua un vero e proprio pit stop; errore commesso in assoluta buonafede. Davvero un peccato per Nicola, che ben si stava difendendo pur avendo subito qualche sorpasso iniziale ai limiti del regolamento da parte di Auricchio prima e Vivenzio poi. Il nostro ha dimostrato la giusta rabbia che gli stava consentendo di rimontare una gara che si era messa male sin dalle qualifiche. Nicola, sei sulla buona strada e vedrai che l’esperienza paga!!!
La gara viene vinta dall’ottimo Vivenzio del Grand Parents Team, seguito dal “solito” Papagno targato RDR; chiude il podio Coletta dello Star Team.

La classifica generale vede Paolo Scaccia del Sajan Racing Team in testa a 617 punti, seguito da Mirko Papagno a 574 e Vivenzio a 553. Il campionato, molto combattuto, rimane aperto almeno per le prime 4/5 posizioni. “Il Freddo” si attesta in 9° posizione a 379 punti, mentre l’assente giustificato, Ale “Rainman” in 20° a 162 punti. Ancora a secco di punti Nicola.

Report di gara completo e classifiche qui


--------------------------------------------------
Endurance GT1 - 23/04/2009
--------------------------------------------------

Il week-end di gara si preannuncia con tempo variabile, sia in qualifica che in gara, con scrosci di pioggia che rendono il manto stradale infido oltrechè mutevole nel grip.
Sulle potentissime MC12, un po’ in difficoltà fra le anguste curve del circuito tedesco, Andrea “Il Cannibale-Mago” Amorosi, nonostante la zavorra di 50Kg, trasforma il suo elefante a quattro ruote in un’elegante e agile farfalla, andando a strappare la quarta posizione con il tempo di 1:23:019. Il suo diretto rivale in classifica generale, Alessandro Bacchilega del PND Team, chiude proprio dietro al nostro, con un tempo di 1:23:220. Andrea “O55oDuR0” Iozzia si deve arrendere ai problemi tecnici che affliggono il suo pc e che non gli consentono di prendere parte alle qualifiche; il nostro partirà dalla terz’ultima posizione.
La pole va al velocissimo V.Occhipinti dello Star Team con la sua Lambo e 10Kg di zavorra, con il tempo di 1:22:907. Al secondo posto il senatore G.Andreoni del team Arrows, con il tempo di 1:22:996 e al terzo posto l’ottimo Luca Maestri del GRR Team con un tempo di 1:23:013.
La gara vede le prime posizioni cristallizzarsi almeno sino al valzer dei pit, che coincide con il primo vero scroscio di pioggia. La scelta delle gomme si rivela fondamentale per il prosieguo della gara. I nostri decidono, di concerto con il muretto box, di attendere ancora qualche giro prima di effettuare il pit, per verificare l’evoluzione delle previsioni meteo e il grip dell’asfalto. Purtroppo “Il Cannibale” commette un errore in corsia box e deve ripetere il giro di rientro, andando a perdere tempo prezioso. Entrambi decidono per le intermedie, scelta che si rivelerà azzeccata perché tutto il secondo stint è caratterizzato da tempo incerto con scrosci di pioggia improvvisi alternati a schiarite temporanee.I nostri approfittano dei pit aggiuntivi che gli altri sono costretti a fare; il “Cannibale” si porta e chiude la gara in 4° piazza, “O55oDuR0” risale la china dalla 18° alla 11°.
La vittoria va al “solito” e velocissimo Bacchilega che si presentava con ben 35Kg di zavorra e che incrementa il suo vantaggio in classifica generale a 57 punti dal nostro, che consolida la seconda posizione vista la 10° posizione di Ranaldi, che lo segue in classifica generale.

Report di gara e classifiche qui

In classifica team il VDA consolida la sua buona 6° posizione a 1320 punti, distanziato di quasi 200 punti dai Racing One in 5°, e con 80 punti di vantaggio dagli IRT. Regnano incontrastati i Red Devil a ben 1949 punti.

Categoria: [vda pro team]  [gtritalia]  [Oschersleben] 


Campionati
Partners
Rss feed Rss Events