Non hai un account? Registrati
Re: Prime impressioni
di Dottorfoggy
Re: Bmw M1 @ Sonoma
di Ayrton4_94
Simulatori
Bridgehampton, 17 Dicembre 2009, 4a Gara ROTW. Resoconto.
Scritto il 22/12/2009 da O55oDuR0 alle 10:50



Sul circuito americano di Bridgehampton (configurazione 1967) nei pressi del porto di Sag (Long Island) nello Stato di New York, si è tenuta la prima gara della seconda fase del campionato ROTW.

Circuito piuttosto amaro per la compagine VDA nonostante gli ottimi risultati fatti registrare nelle pre-qualifiche che consentono a entrambi i team di partire nel Server A.
Vetture tutte nuove, il secondo Garage mette a disposizione dei pezzi di storia tutt’altro da museo, viste le maggiori potenze accompagnate tuttavia da una maggiore difficoltà nel portarle al limite. Il VDA Orange, capitanato da Santini, vede la più potente Shelby GT350 nelle mani del TM, mentre Pintus (chiamato a sostituire l’assente Paduano) e Isacchini si trovano fra le mani la Jaguar E-Type e la Ferrari 275 rispettivamente; due vetture piuttosto simili in termini di prestazioni ma inferiori alla vettura Americana.
Nel VDA Black, il capitano Mattioli scende in pista con la Ferrari 275, mentre Ferroni e Bonni con la Shelby GT350 e la Jaguar E-Type.

La gara di Santini sembra mettersi davvero bene, complice una buona qualifica in 5° posizione appena dietro a Ferroni; il nostro ha uno spunto notevole in partenza riuscendo a sopravanzare il compagno di squadra, attaccandosi agli scarichi dei velocissimi Biagi e Legnaro. Bello il duello proprio con Biagi perso per un errore di guida; errori che purtroppo si ripetono successivamente e che non gli consentono di rimanere in contatto con il treno dei primi. Purtroppo l’ennesimo errore di valutazione gli costa caro, l’auto sbatte fra le solite siepi di cemento e diventa un ammasso di lamiere contorte pressochè irriconoscibile. La sua gara termina in 15° posizione con l’auto zig-zagante e un duello finale con Dallospedale .

Anche Isacchini deve arrendersi a una gara piuttosto sfortunata causa un incidente molto grave nel corso del secondo giro. Ottima la qualifica in 3° posizione dietro ai mostri Nania-Gilli, ancora più bello lo spunto iniziale e il sorpasso ai danni del pilota Ron3 Gilli, ma ecco che il grip ancora insufficiente gli fa commettere un errore di valutazione con conseguente uscita di pista volo compreso, atterraggio in piena traiettoria dove colpisce lo sfortunato compagno di squadra Mattioli, rimbalza su Siccardo e continua la carambola coinvolgendo altre vetture. Peccato per la punta di diamante del VDA, travestitosi da freccia tricolore per l’occasione senza brevetto di volo.

Pintus è il migliore del team Orange, parte in 10° posizione e riesce in poco tempo a portarsi 5° dopo un bel duello con Gilli vinto grazie a un errore del pilota Racing On3. In gran recupero sul duo Nania-Boselli e seguito a brave distanza da Casadei, il pilota Sardo commette un errore con conseguente incidente; sospensione compromessa e ripartenza dalla 10° posizione. La tenacia di Pintus è la solita, lungi dall’arrendersi riesce a inanellare diversi giri buoni, stampa addirittura il suo best con l’auto danneggiata portandosi addirittura negli scarichi di Dallavalle con la più potente Shelby, non riuscendo tuttavia a sporavanzarlo. Ottima 8° piazza finale, nonostante i rimpianti per la consapevolezza di poter fare molto meglio.

Gara tutta in salita per il VDAB, serata no come dice il buon Bonni, mai a corto di Ruzza anche nei momenti più difficili e questo è il messaggio più bello nei commenti post-gara. Poco da dire se non passare in rassegna le sfortune.

Cominciando proprio da Bonni colto da problemi di natura tecnica: il suo acceleratore prima (rimpiazzato dalla frizione!!!) e la disconnessione dopo lo fanno partire ultimo. Caparbio il tentativo di recupero, dopo 2 giri si ritrova 12° ma viene coinvolto nel pauroso incidente innescato da Isacchini; sospensione rotta, rientro ai box e successivo stop&go che compromettono definitivamente la gara. Riparte a 4 giri dal 18° e ci rimarrà sino alla fine, ma riesce con grande forza d’animo a portare a casa la sua povera Jaguar.

La gara di Mattioli è durata 2 giri, vittima inconsapevole del “volo acrobatico” di Isacchini al 2° giro. Peccato perché la qualifica è stata di tutto rispetto, il nostro riesce a limitare i danni nel confronto diretto con le altre Ferrari grazie a una intuizione dell’ultimo momento nel garage che gli consentono di migliorare il suo best delle prequalifiche di ben 7 decimi.

Tanta la voglia di fare bene di Ferroni, qualifiche ottime in 4° posizione migliorando il tempo delle pre-qualifiche di ben 3 decimi. In partenza riesce a limitare i danni perdendo una sola posizione proprio ai danni del compagno di squadra Manzilli. Purtroppo il nostro, nei primi giri di gara, pizzica l’erba per due volte: durante la prima deve attendere il passaggio di tutto il gruppo ripartendo dalle retrovie, nella seconda, dopo aver perso il controllo, viene inconsapevolmente tamponato dall’auto che seguiva. Sospensioni rotte, sosta ai box forzata, ennesima ripartenza dalle ultime posizioni ma uno stop&go non rispettato gli costa la squalifica.

In classifica piloti Isacchini, il primo dei VDA, si allontana dalle prime posizioni, si porta in 7° a 150 punti distaccato di più di 50 punti dalla 3° e 75 dalla 1° posizione occupata dal costante Casadei. Gli altri VDA che figurano nelle prime 20 posiizoni sono Mattioli in 16° a 103 punti e Bonni in 18° a 85.



La classifica team è dominata dai soliti RoN3 White con ben 442 punti. Il VDA Black si difende bene in 4° posizione a 258 staccato di 10 lunghezze dai RoN3 Black in 5° ma a 44 punti dai Blackbird RT in 3°. Il VDA Orange è in 7° a 242 lunghezze a soli 4 punti dai ROTW Racing Team Orange in 6° e con un margine di 44 punti dai Team Seven Online Racing in 8°.



Chiusa e dimenticata in fretta la “pratica” Bridgehampton entrambi i team VDA sono pronti a riprendere il duro cammino di avvicinamento alla gara di Brads Hatch dove serve un rapido cambio di rotta, sperando che sia la sfortuna a cambiarla per prima allontanandosi dai nostri eroi, prontissimi al riscatto.

FORZA VDA!!!!!



Campionati
Partners
Rss feed Rss Events