Non hai un account? Registrati
Simulatori
Lezioni Corso Avanzato Sim-Min. Commenti al corso.
Scritto il 03/06/2009 da O55oDuR0 alle 12:30



La Sim-Min Driving School vi dice niente??

Chi la conosce già sa che stiamo parlando di un gruppo di persone con esperienza e passione motoristica di altissimo livello, capaci di tradurre e trasmettere, con i loro corsi, conoscenze e valori alla platea dell’OR, alla stragrande maggioranza dei piloti virtuali, missili o cancelli, non fa differenza.
Il punto di partenza della Sim-Min non è l’OR; infatti il fondatore, Franco Miniati, è un vecchio lupo di asfalto. 40 anni di corse reali sono il suo biglietto da visita. Vi può bastare? La sua esperienza comincia a cavallo fra gli anni ’60-’70, alle prese con le mai troppo rimpiante Fiat 500 preparate nel garage di casa. Dal ‘72 al ’78 il “nostro” passa alla Formula Italia con ingenti investimenti e sacrifici che soltanto la passione può ripagare: corse con 90/100 piloti iscritti, batterie infinite per accedere alla finalissima. Fra i tanti piloti che Franco ha avuto l’onore di incrociare, ci limitiamo a citare un “certo” Patrese. Nel 1980 Franco ritorna in Fiat Abarth a bordo di una nuova monoposto, ma purtroppo lo sponsor lo abbandona dopo poche gare.
Nel 1989 la Porsche lo assume come istruttore nella sua scuola di pilotaggio, rimanendoci sino al 1997; segue una pausa sino al 2002 per poi riprendere ancora in Porsche, prestando la sua pluri-decennale esperienza durante le presentazioni dei nuovi modelli ai clienti.
Intanto Franco si avvicina ai simulatori, partecipa un paio di anni al GTR Italia da protagonista, per poi intraprendere una nuova avventura fondando la Sim-Min; i suoi corsi hanno avuto l’onore di formare e ospitare i migliori piloti dell’OR.
I vostri Gavino “Sardo Volante” e Andrea “O55oDuR0” hanno avuto il piacere di frequentare le 5 lezioni del corso avanzato e sono felici di darvi le loro impressioni.
Se dovessimo riassumere il corso in tre parole diremmo sicuramente: organizzazione, preparazione, professionalità.
Ogni lezione è stata condotta da istruttori, nonché fedeli e preparatissimi collaboratori di Franco, seguendo macro-tematiche del setup di una vettura stradale. L’auto scelta è la Porsche RSR e il tracciato è SPA con le sue curve lente (La Source), veloci (le Puhon, Blanchimont), i tornantini (La Rivage) le varianti veloci (Eau Rouge, Les Combes, Le Fagnes), quelle lente (Bus Stop), i lunghi rettilinei (Kemmel)… insomma c’è né per tutti i gusti e a ragione viene definita come la migliore palestra dei piloti, l’Università del setup.
Le lezioni si sono svolte a gruppi di dieci persone; l’istruttore, diverso per ciascun gruppo, affronta la tematica della serata introducendola brevemente a livello teorico. Successivamente in pista si “toccano con mano” le modifiche e si analizzano le impressioni. Nel frattempo Franco “bazzica” di gruppo in gruppo con interventi mirati ad approfondire ed estendere i concetti espressi dai coach, molte volte sonfinando nel mondo delle corse reali; semplicemente fantastico e dannatamente interessante!!!
Ah, quasi dimenticavo, il simulatore scelto è GTR2, pur con le notevoli carenze in alcuni aspetti, debitamente snocciolati dagli istruttori. Non dimentichiamoci però che, trattandosi di elementi comuni a diverse tipologie di fisica-vettura, le lezioni possono tranquillamente valere per qualsiasi altro simulatore.

La lezione 1 è stata condotta da Massimiliano Mearini, aka PataGTR; oggetto: ammortizzatori. Ogni presentazione di Max è superflua, il nostro ha visto nascere il VDA e continua a essere un punto di riferimento per la nostra comunità. Anche in questo caso, la sua enorme esperienza virtuale nasce dal reale su palcoscenici internazionali maturando diversi successi, gareggiando con modelli in scala 1:8 con motore a scoppio, sia come pilota che come preparatore. A detta di Max, l’assetto di questi “mostriciattoli” è a volte più complicato di quello di una vettura reale; c’è da crederci!! Vi posso assicurare che l’argomento trattato non è facile, metabolizzare tutte le nozioni ricevute necessita di tempo, fast/slow bump/rebound possono diventare nostri amici, ve lo assicuro!!!

La lezione 2 è stata affrontata dai bravissimi Federico e Matteo. oggetto: gomme e tutto l’universo che gravita attorno, quindi temperature, pressioni, camber, caster, converegenze. Assolutamente fondamentale il comportamento dei pneumatici in condizioni dinamiche per il raggiungimento della corretta temperatura e pressione, tali da garantire l’aderenza ottimale nelle diverse situazioni lungo il tracciato.

La lezione 3 è stata tenuta nuovamente da Max, PataGTR; oggetto: molle, barre antirollio e pakers. Naturale prosecuzione della lezione 1 sugli ammortizzatori, Max ci ha “illuminato” sui trasferimenti di carico in rollio e beccheggio e su come contrastare o indurre un certo comportamento durante le fasi di transizione del corpo vettura. Interessantissima la parte finale riguardante i Pakers, da molti ritenuto elemento trascurabile.

La lezione 4, da tutti molto temuta, si è rivelata essere molto interessante. Tommaso, aka Miles Gloriosus, ha introdotto il mondo dell’Analisi Dati attraverso il MoTec. Il VDA conosce bene Miles, le sue lezioni sono state seguite da tantissime persone anche al di fuori del VDA. Qui potete trovarle tutte, con tanto approfondimenti e chiarimenti. La lezione è stata puramente teorica; si sono analizzati diversi giri presi a caso dai partecipanti al corso e si sono analizzate le differenze di guida fra un pilota e l’altro. Analisi della velocità di percorrenza e quindi tempo sul giro, legata all’uso di acceleratore, freno, giri motore, bloccaggi e slittamenti delle gomme. Insomma, in poco più di 3 ore, Miles è riuscito a trasmetterci la reale utilità dello strumento analisi dati, non fine a se stessa, ma mirata alla comprensione veloce e immediata degli errori di guida più frequenti e soprattutto come correggerli.

Per finire la lezione 5 è stata incentrata sullo studio della trasmissione e aerodinamica, in particolare su: differenziale, marce, ali e altezza da terra.
Il focus della lezione è stato lo studio del differenziale, elemento fondamentale nello sviluppo iniziale del setup, per poi passare alle marce e allo sfruttamento della potenza/coppia motore a seconda del veicolo e del tracciato che ci troviamo ad affrontare.

Le nostre impressioni finali sono state ottime, qui potete trovare il post sul forum Sim Min con le impressioni di tutti i partecipanti al corso. Ci sentiamo di promuovere l’organizzazione a pieni voti!!
Se il vostro obiettivo è quello di capire come migliorare le vostre prestazioni, ma anche quello di approfondire semplicemente tutti gli aspetti del setup o anche solo capire come si comporta una vettura da competizione stradale, virtuale o reale che sia, vi consigliamo caldamente di partecipare alle prossime lezioni che Franco sicuramente pianificherà.
Rimanete sintonizzati sul forum Sim-Min, per i nuovi corsi base e avanzati . Inoltre è in via di definizione un corso definito Super-Avanzato per i partecipanti del corso avanzato appena concluso che hanno raggiunto un buon livello; verranno dedicati 2/3 istruttori per pilota con lo scopo di analizzare, migliorare e affinare le tecniche di guida con supporto diretto in pista e l’aiuto dell’analisi dati.

Grande Sim-Min, avanti così !!!!!!!!

Categoria: [vda ]  [ Sim-Min ]  [ Driving School ]  [ ] 


Campionati
Partners
Rss feed Rss Events